Trovare lavoro da dipendente come webmaster WordPress o consulente.

Alzi la mano chi non ha sentito dire prima d’ora che “cercare lavoro è un lavoro” 😉 e come qualsiasi attività che punti ad un obiettivo, organizzarla al meglio ne determina la riuscita.

Prima o dopo, o anche durante il tuo percorso formativo per acquisire le competenze che ti interessavano, dedicati all’aspetto della tua futura collocazione.

Se non sei ancora pronto/a a cercare lavoro, informati intanto sui modi migliori per trovarlo.

2 consigli per l’aspirante dipendente

Vale per chi cerca lavoro nell’ambito dello sviluppo WordPressQuesto CMS gratuito è nato nel 2003 ed in pochi anni è diventato la piattaforma..., come pure nella consulenza SEOQuesta siglia sta per Search Engine Optimization (trad: Ottimizzazione per i Motori di Ricerca) Comprende... More e copywriting: quale che sia la professione per la quale cerchi un contratto di lavoro, la costanza ed il metodo saranno i tuoi migliori alleati. Attenersi ad una procedura quotidiana di esplorazione, stabilendo un tempo preciso da dedicargli e redigendo rapporti sui progressi e le informazioni ottenute, è il miglior modo per ottenere risultati dalla ricerca di un lavoro.

Quante ore al giorno dedicare alla ricerca di un lavoro online?

Le ore che dedicherai alla ricerca di un lavoro dipendono dalla tua urgenza di trovarlo. Ma c’è un altro “valore” oltre al numero di contatti che puoi sviluppare (o annunci da vedere) che influisce sulla tua ricerca: trovare un lavoro che corrisponde alle tue competenze a volte non è tutto, c’è chi desidererebbe anche poter scegliere.

Il modo per scegliere tra i lavori migliori:

Approfondire la conoscenza del tuo settore, del ruolo che vorresti ricoprire e di chi lo richiede – attraverso le community e le relazioni – ti darà sicuramente maggiori chanches di sapere che cosa ti verrà richiesto e come potrai esaudirlo.

Scegliere il posto di lavoro, inoltre, è possibile a fronte di un certo numero di offerte reperite, alle quali si hanno buone chance di potersi candidare. Le offerte migliori vanno non solamente ai più qualificati, ma anche a chi risponde con ottimo tempismo. E non di rado vengono subito twittate o pubblicate sui Social, prima di essere visibili nei siti di annunci. I canali da tenere d’occhio quotidianamente quindi sono molti.

Ergo, se ci spendi poco tempo la lista sarà corta dandoti semplicemente meno scelta. La questione è matematica: più contatti avrai, più annunci leggi e più grande sarà la tua “lista di offerte”, fra cui potrai scegliere di rispondere a quelle che ritieni migliori.

Cerchi lavoro da dipendente? Ecco le 7 aree da esplorare:

  1. Trovare i siti di annunci.
  2. Esplorare i Social Media e le Community della tua specializzazione.
  3. Evolvere le Relazioni Digitali.
  4. Tenere d’occhio i siti e le news sulle Aziende in cui ameresti lavorare.
  5. Il CV Europeo, si, no, quando farlo.
  6. Come creare una buona lettera di presentazione.
  7. Capire nel tuo caso quanto ti sia utile aprire un sito o un blog.

I siti dove trovare annunci

Ce ne sono di tantissimi tipi, soprattutto per collaborazioni saltuarie, ma non sono poche anche le offerte di lavoro a lungo termine, soprattutto sui siti delle aziende, quindi oltre al post seguente, continua l’esplorazione attraverso news, social e siti delle compagnie che ti interessano.

Vedi 12 siti per trovare lavoro con WordPress o altre competenze digitali.

Migliorare la propria immagine e creare relazioni

Lavorare sulla tua immagine e costruire una rete di relazioni grazie alle quali avere maggiori opportunità di informazioni e contatti utili, è l’attività primaria di un freelance, Ma anche chi cerca lavoro farebbe bene a tenere un profilo personale “adeguato” ad essere visitato da chi cerca qualcuno con le tue competenze.

Freelance: la Mappa per il Personal Branding e le Digital Relation

Curriculum e lettera di presentazione

Non tutte le offerte di lavoro richiedono la presentazione di un CV formato europeo standard.
Ci sono imprese che preferiscono link ai tuoi lavori e referenze visibili sui social (dove chi scrive queste referenze per te è riconoscibile a sua volta).

Le esperienze online e le pubblicazioni contano più dei titoli, nel CV?

Non sempre servono i titoli accademici, anche se spesso vengono richiesti. Quindi per ogni evenienza un Curriculm ben scritto va sempre tenuto pronto e fra i numerosi tutorial online, ti consigliamo “Come scrivere un CV” su Monster (fra i siti che offrono opportunità di lavoro) che in fondo linka anche altre linee guida per lettere di presentazione differenziate per tipo di incarico.

Dov’è che l’esperienza vale più del titolo?

Dipende dal tipo di ruolo offerto. Alcuni esempi:

  • Videomaker? Fotografo? Designer? Creativi in genere? I loro lavori parlano più di qualunque titolo, che siano pubblicati su siti personali o sui Social, niente meglio di un’immagine, di un’animazione o di un video, la dice lunga sul suo creatore.
    Più sono gli esempi pubblicati, meno hai bisogno di esporre titoli se cerchi lavoro.
  • Se cercano dei Blogger ed hai un blog valido, con buoni contenuti ben scritti, o hai pubblicato su blog altrui con la tua firma, o se sei un copywriter ed hai creato testi e slogan capaci di attirare, mostrare tutto questo vale certo più di una laurea in Lettere che da sola non attesta se sapresti occupare quella posizione.
  • O se cercano Community Manager ed hai esperienza in gestione di un gruppo, sarà utile linkare nel CV quel gruppo (ed allegare degli screenshot di commenti degli iscritti, che elogiano quello che stai facendo).
  • E pure un ingegnere informatico può non conoscere il CodexIl Codex è la guida ufficiale di WordPress, che contempla tutte le attività possibili su... di WordPress. Ma chi ha saputo sviluppare e pubblicare online temi, plugin ed altre applicazioni WordPress, non ha bisogno di titoli, per dimostrare all’azienda che cerca sviluppatori WordPress, che cosa sa fare 😉

Quello che certamente aiuta a sapere come presentarsi, è la conoscenza dell’azienda dalla quale vorresti essere assunto/a. Quindi quando ne trovi una che cerca figure come la tua e che ti attira, esplora subito il loro sito ed il web in cerca di notizie e contattali!

Conviene creare un blog per chi cerca lavoro da dipendente?

La risposta in generale è SI, è sempre un vantaggio avere un blog personale in cui raccogliere e condividere le tue migliori conoscenze e raccontare qualche esperienza.
Anche se tutti i social hanno piattaforme per blogging, come il Pulse di Linkedin ed altri simili, è sempre meglio avere un proprio spazio da condividere, poi, sui social, dove si possono sfruttare le piattaforme di blogging per post di sintesi che linkano al tuo sito.

Supportowp Team

Chi si fa in quattro per questa community :)

WebSite Facebook

Leave a Reply