Come scegliere i Plugin WordPress

I plugin sono dei piccoli programmi che aggiungono al sito funzionalità extra, non incluse nel tema che hai installato. Ne esistono per ogni necessità, come puoi vedere anche dalla lista dei plugin qui recensiti.

Prima di cercare quelli che ti servono, ricorda: non installare troppi plugin o il sito rallenta! I siti lenti non piaccono ai visitatori e neanche a Google.

Quali sono i plugin immancabili in un sito WordPress?

Dipende molto dagli scopi del tuo sito e dalle funzioni già presenti nel tema.
Ma di base vengono generalmente consigliati i plugin per:

  • Velocizzazione del sito
    (sia con Plugin per la Cache che di compressione immagini)
  • Antispam ed anti malwareMalware è l'abbreviazione di "malicious software", software dannoso, ovvero un software indesiderato che viene installato...
    (se prevediamo commenti a pagine ed articoli)
  • Ottimizzazione degli articoli e delle immagini a scopo SEOQuesta siglia sta per Search Engine Optimization (trad: Ottimizzazione per i Motori di Ricerca) Comprende... More.
    (Ma ricordate, il plugin serve solo per aiutare la visualizzazione dei vostri post, non rende il sito “ottimizzato SEO”!)

Quante attività o effetti visual desiderate sul sito, tanti plugin troverete che vi aiutano a farlo o vi danno già la soluzione pronta.

I plugin da scegliere sono funzionali ai nostri bisogni ed alle nostre competenze.

Chi ad esempio vuole cambiare design troverà utili plugin che aggiungono CSSCSS ( Cascading Style Sheets) È un linguaggio di programmazione utilizzato per definire gli elementi... (se conosce già questo linguaggio o vuole impararlo).

Chi non conosce alcun codice invece può usare altri plugin per la personalizzazione del sito che permettono di inserire immagini o altri elementi extra, sulla testata o nella barra lateraleIn italiano "Barra laterale", la Sidebar è quella che solitamente contiene le informazioni più importanti... del sito, per esempio, cioè dove il tema originale non le prevede e si rende necessario del codice extra per creare quell’area dove inserire il contenuto desiderato.

I conflitti possibili tra plugin o con i temi.

I plugin interagiscono fra loro e con i temi e possono capitare delle “incompatibilità” tra i vari elementi. Lo si comprende subito: appena installato un certo plugin, qualcosa smette di funzionare come si deve. Può trattarsi di una galleria immagini o di un form per il contatto.. Sono tante le possibili problematiche che possono verificarsi.

Che cosa fare in caso di conflitto?

Se non si è capito quale sia il plugin che genere l’anomalia, bisogna disattivarli tutti e riattivarli uno ad uno, controllando che cosa succede dopo ogni attivazione.

Avuta la conferma di quale sia il plugin “colpevole”, o si scrive al suo developer nell’area di supporto del plugin, aspettando la sua risposta, o se ne cerca un altro simile.
Ce ne sono diversi che si equivalgono nelle funzionalità, ma che possono risultare compatibili con alcuni temi (o plugin già installati) e non con altri.

Come trovare e scegliere il plugin giusto?

Se non sappiamo il suo nome ma solo il tipo di plugin che ci interessa (esempio “plugin per gallery“):

O cerchiamo su Google, per vedere articoli e recensioni su vari plugin di quel tipo o andiamo direttamente nel repository su WordPressQuesto CMS gratuito è nato nel 2003 ed in pochi anni è diventato la piattaforma....org applicando il filtro “gallery” alla ricerca.

In entrambi i casi si rischia di essere sopraffati dal gran numero di risultati ottenuti, ma la pazienza è d’obbligo.

Anche se la tentazione di cliccare DOWNLOAD immediatamente è forte, usare questi accorgimenti diminuirà il rischio di malfunzionamenti dovuti ad una scelta di plugin errata.

  • Controlliamo la compatibilità con l’ultima versione di WordPress.
    Alcuni plugin non vengono aggiornati da tempo. Non è matematicamente certo che succeda al vostro sito, ma le applicazioni datate rischiano di non funzionare con i nuovi templateDa non confondere con il TEMA, il template è una struttura grafica di una pagina... More e/o le nuove versioni di WordPress. E si prestano più facilmente a presentare anche falle nella sicurezza, via via che gli altri elementi come temi e CMSWordPress è un CMS. La sigla sta per "Content Management System" (traduzione: "sistema di gestione... vengono aggiornati.
  • Guardiamo le stelle ottenute, i commenti ed il numero di recensioni ottenute dal plugin.
    Su WordPress, oppure nei commenti sulla pagina ufficiale del plugin e nel suo forum di supporto.
  • Leggiamo tutte le recensioni.
    Sono in inglese, chi non conosce questa lingua, può tradurre i testi con il translator.

Perché bisogna stare molto attenti alla sorgente da cui si scaricano.

Cercando su Google con le parole giuste, troviamo di tutto, purtroppo anche i plugin ed i temi Pro craccati (che oltre ad essere potenzialmente pericolosi sono illegali). Ricorda:

Mai scaricare un plugin o un tema craccato! Vedi perché.

Il motore di ricerca Addendio per plugin e temi WordPress

addendio_logo_smallLo sviluppatore, Luca Fracassi, avverte che la sicurezza al 100% non la garantisce nessuno, tranne chi ha creato il plugin, ma assicura che Addendio ha sorgenti certe, cioè sviluppatori riconoscibili. Inoltre il filtro di questo motore di ricerca, esclude plugin non aggiornati da due anni e recanti codice malevolo.

Funziona come un normale motore di ricerca, prova ora:

CERCA PLUGIN WordPress   |   CERCA TEMI WordPress

Altri tools e notizie utili su Addendio:

Salva

Salva

Salva

Salva

Supportowp Team

Chi si fa in quattro per questa community :)

WebSite Facebook

Leave a Reply